Clausola di opzione.


In questa circostanza il proponente è invece in posizione di soggezione.

clausola di opzione

La ratio sottesa alla norma è la stessa che si rinviene nella proposta irrevocabile ex art. A questi è possibile scegliere se stipulare o meno il contratto. Tuttavia, attenzione a non saltare a frettolose considerazioni.

clausola di opzione

È anche clausola di opzione questo che viene sottoposto a termine di efficacia, eventualmente stabilito dal giudice in sua mancanza contrattuale. Di contro, la proposta irrevocabile è un atto di natura unilaterale.

clausola di opzione

Nel contratto preliminare entrambe le parti sono obbligate alla stipula del contratto definitivo. Secondo una parte prevalente della dottrina, tuttavia, il patto di opzione si inserirebbe tra i contratti preparatori di fianco al contratto preliminare e al contratto normativo.

clausola di opzione

Il contratto preparatorio dunque stabilisce in tutto o in parte il contenuto di un contratto successivo, vincolando le parti in questo caso, una. La conseguenza è che per la definizione del contratto definitivo non occorre nuovamente il consenso delle stesse.

clausola di opzione

Il consenso non è infatti necessario per quelle clausole presenti nel contratto preparatorio. Come tutti gli accordi clausola di opzione, anche il patto di opzione ex art. Qui si produce la semplice dichiarazione di accettazione della parte obbligata, la cui proposta era già stata manifestata.

clausola di opzione

Più dettagliatamente, nel patto di opzione è dunque possibile individuare due distinte dichiarazioni di volontà. La prima è essenziale e dà luogo al patto di opzione, la seconda è irrevocabile e dà luogo al contratto definitivo.

Il patto tontinario: utile strumento o contratto nullo?

Il giudice potrà stabilire il termine secondo le circostanze.